ESWC – Evaluation Framework for Node Embedding Techniques – Articolo accettato!

Il paper “A Configurable Evaluation Framework for Node Embedding Techniques” di Maria Angela Pellegrino, Michael Cochez, Martina Garofalo e Petar Ristoski è stato ACCETTATO alla ESWC che si terrà a Portoroz dal 2 al 6 giugno.

Il paper presenta un framework per la valutazione e il confronto di tecniche di node (o graph) embedding. I task usati nella valutazione sono relativi a Machine Learning (Classificazione, Regressione e Clustering), task semantici (Document Similarity e Entity Relatedness) e Semantic Analogies.

Corsi di Training per il progetto “Open Data Campania”

In Aprile 2019, sono state organizzate a Napoli (Italia), presso il “palazzo Armieri”,  sede regionale, due settimane di sessioni laboratoriali,  per il progetto “Open Data Campania”,  guidate dal prof.  Vittorio Scarano, Università di Salerno.

 Attraverso una serie di brevi presentazioni e di attività personali laboratoriali, i partecipanti scopriranno come è possibile creare dataset e visualizzazioni. Per la creazione di dataset, in particolare, sono stati illustrati i principi di progettazione agile, e di continuo controllo della usabilità del dataset, insieme alla guida alla metadatazione efficace mediante DCAT-AP_IT. Alla fine, ogni partecipante avrà coperto l’intero ciclo di produzione di un dataset, fino alla pubblicazione finale su un server CKAN.

DGO – High Quality and Privacy-aware OD production – Articolo accettato!

Il paper “A Non-prescriptive Environment to Scaffold High Quality and Privacy-aware Production of Open Data with AI” di Giuseppe Ferretti, Delfina Malandrino, Maria Angela Pellegrino, Donato Pirozzi, Gianluigi Renzi e Vittorio Scarano è stato ACCETTATO a DG.O. che si terrà a Dubai dal 18 al 20 giugno.

Affinchè gli Open Data pubblicati possano essere sfruttati al meglio, devono garantire un buon livello di qualità. Inoltre, quando i dati contengono informazioni personali, bisogna anche garantire che la privacy individuale non venga compromessa.
Il paper presenta come rendiamo il produttore di Open Data consapevole di problemi di qualità e di privacy durante l’utilizzo di SPOD.

MSM’19 / TheWebConf’19 – Articolo Accettato!

L’articolo “Characterizing the Behavioral Evolution of Twitter Users and The Truth Behind the 90-9-1 Rule” di Alessia Antelmi, Delfina Malandrino e Vittorio Scarano è stato accettato al 10th International Workshop on Modeling Social Media: Mining, Modeling and Learning from Social Media (MSM’2019), co-locato con TheWebConf2019, che si terrà a San Francisco (CA, USA) il prossimo 13-17 Maggio.

L’articolo si pone l’obiettivo di esplorare come i diversi comportamenti degli utenti si possano declinare in una piattaforma social come Twitter. In particolare, questo lavoro pone le basi per la caratterizzazione e la modellazione dei comportamenti dei cosiddetti utenti lurker, ovvero di tutti quegli utenti che usano un social media, ma non producono alcun nuovo contenuto.

CSCWD – Linked Data Queries – Articolo accettato!

Il paper “Linked Data Queries by a Trialogical Learning Approach” di Renato De Donato, Martina Garofalo, Delfina Malandrino, Maria Angela Pellegrino, Andrea Petta e Vittorio Scarano è stato ACCETTATO alla CSCWD che si terrà a Porto dal 6 al 8 maggio.

Il paper presenta uno strumento di interrogazione di Linked (Open) Data integrato in SPOD che combina approccio monologico (lavoro individuale), dialogico (sfruttamento di una community sociale) e trialogico (possibilità di creare query e visualizzazioni in modo collaborativo e esportare l’artefatto anche all’esterno di SPOD).

Google Hash Code 2019

Fino al 25 Febbraio 2019 è possibile iscriversi al Google Hash Code 2019, una gara di programmazione che si terrà in contemporanea in tutta Europa. Anche quest’anno ISISLab, col patrocinio del Dipartimento di Informatica, organizza il round di qualificazione che si terrà il 28 Febbraio alle 17:30.

BSMDMA’18 / IEEE BigData’18 – Articolo Accettato!

L’articolo “Characterizing Twitter Users: What do Samantha Cristoforetti, Barack Obama and Britney Spears Have in Common?” di Alessia Antelmi, Delfina Malandrino e Vittorio Scarano è stato accettato all’International Workshop on Big Social Media Data Management and Analysis (BSMDMA2018), co-locato con IEEEBigData2018, che si terrà a Seattle (WA, USA) il prossimo 10-13 Dicembre.

Questo articolo rappresenta un primo tentativo di caratterizzare e classificare gli utenti della piattaforma di microblogging Twitter in base a quanto essi siano o meno attivi sulla base di informazioni ricavate dal profilo utente.

Attività Laboratoriali in Regione Campania

Sessione di training interna condotta dal prof. V. Scarano, Dipartimento di Informatica, per introdurre la piattaforma  “Open Campania Crea” e trasferire al personale regionale le competenze necessarie per la gestione autonoma degli Open Data .

Collaborazione con il progetto “Open Data Campania” della Regione Campania

Collaborazione con il progetto regionale dei dati aperti “Open Data Campania ”. Il progetto  ha l’obiettivo di diffondere sul territorio campano la cultura del dato (Open Data),  per permettere l’utilizzo dei dati nel prendere decisioni e attraverso le immagini (interattive ) mirare a spiegare i dati.

Inoltre l’ obiettivo è di costruire una community interna sugli Open Data e trasferire al personale regionale le competenze necessarie per la gestione autonoma degli Open Data.

L’idea alla base è quella di incoraggiare un cambiamento nel modo di lavorare sui dati e di introdurre modalità collaborative e di co-creazione dei dataset che, una volta sperimentate internamente, possano essere estese anche all’esterno, coinvolgendo comunità più ampie e stakeholder del territorio.

La piattaforma per la Regione Campania, realizzata con il progetto europeo ROUTE-TO-PA, denominata “Open Campania crea”, permette la collaborazione sociale  e cocreazione di dati utilizzando i dati aperti attraverso tipi diversi di visualizzazioni (datalet), realizzate con uno strumento che guida l’utente sia  più esperto o meno esperto.  Una caratteristica principale della piattaforma “Campania crea” è la creazione di dataset, in modo collaborativo e in real-time.

La piattaforma “Open Campania Crea” pubblicherà i dati con licenza di tipo aperto per garantire la fruibilità dei dati, inoltre introduce un processo che mira a rendere i dati utilizzabili, introduce standard (DCAT-AP) per l’usabilità dei dati  e indicatori di qualità per rispettare alcuni adempimenti giuridici quali tutelare eventuali informazioni sensibili, proteggere i diritti dei proprietari dei dati e incoraggiare un uso corretto dei dati.