Consigli per i seminari brevi

Alcuni consigli per il seminario “breve” per la seduta di laurea:

  • Il seminario deve servire alla commissione per capire velocemente di cosa vi siete occupati e cosa avete ottenuto/realizzato: strutturate una brevissima descrizione del problema ed evidenziate in maniera chiara quello che avete realizzato voi e quello che invece avete usato
  • Non riutilizzate le slide delle presentazioni precedenti che avete tenuto in laboratorio: la presentazione “breve” richiede un taglio diverso, proprio per i limiti di tempo
  • Ricordatevi di concludere con delle conclusioni, magari brevissime, ma che diano la informazione di dove il vostro lavoro può fornire altri spunti interessanti
  • Un seminario di 5-6 minuti NON significa prendere un seminario di 20 minuti e parlare 4 volte più veloce! Anche le slide (numero e contenuto) devono essere ritagliate sulla durata.
  • È assolutamente accettabile che decidiate selettivamente di presentare solo una parte del lavoro, ad esempio, “Ho sviluppato tre tecniche per risolvere questo problema: A, B e C. Per motivi di tempo, illustro brevemente solamente la tecnica C.
  • Fate in modo di guardare la commissione mentre parlate, e specialmente il vostro relatore che può fornirvi indicazioni (ad esempio se state “sforando” con il tempo previsto).
  • Preparatevi molto! Fate prove arruolando amici e familiari come pubblico. E cronometratevi.
  • Durante la presentazione breve non potete improvvisare: se vi distraete e vi dilungate solo 1 minuto in più su una slide introduttiva (solo 60 secondi!) potreste non riuscire a spiegare con cura quello che voi avete realizzato, perché magari andate in crisi di tempo e vi viene “tagliata” la presentazione.
  • Le animazioni eccessive durante un seminario breve non permettono di leggere velocemente il contenuto.. quindi, in generale, sarebbero sconsigliate