Immersive Virtual Museum: From the re-use of Open Data Challenge Nocera data

In the Municipal Library R. Pucci of Nocera Inferiore (Salerno), is presented by prof. Vittorio Scarano, a Virtual Museum with Open Data. With the re-use of data from the Open Data Challenge di Nocera , it is possible to access the data collected through immersion in a 3D virtual world. The results of the project will be presented at the World Conference of the Digital Government Association ( DBO.2019) ) in Dubai

Museo Virtuale Immersivo: Dal riutilizzo dei dati dell’Open Data Challenge Nocera

Nella biblioteca Comunale R.Pucci di Nocera Inferiore (Salerno), viene presentato dal prof. Vittorio Scarano, un Museo Virtuale con gli Open Data. Con il riutilizzo dei dati dell’Open Data Challenge di Nocera, è possibile accedere ai dati raccolti attraverso l’immersione in un mondo virtuale in 3D. I risultati del progetto saranno presentati a Dubai alla World Conference della Digital Governement Association (DBO.2019).

L’esperienza europea di ROUTE-TO-PA

Il Prof. Vittorio Scarano ha partecipato alla settimana internazionale di Staff Training organizzata dall’Ufficio Erasmus del nostro Ateneo, con partecipanti da Università di tutta Europa, con un intervento dal titolo “European projects: from the idea to the implementation”, descrivendo la sua esperienza con il progetto ROUTE-TO-PA http://www.routetopa.eu.

“Rappresenta il dataset!” contest lanciato dal Team regionale Open Data

Il team regionale Open Data lancia il contest “Rappresenta il dataset”, sul portale Open Data di Regione Campania  per la valorizzazione degli Open data.

E’ una iniziativa che permette di valorizzare le conoscenze e le competenze tecnico-operative per realizzare i dati in formato aperto sia per fini di ricerca, analisi che per fini giornalistici. I dati potranno essere visualizzati con uno strumento che permette di utilizzare sia i dati presenti sul portale della Regione Campania  che i dati di tutti i portali di Open Data (CKAN, DKAN, Socrata etc) che abilitano le richieste via API. Lo strumento per la visualizzazione è stato realizzato dal team di ISISLab, guidato dal prof. Scarano del Dipartimneto di Informatica, Università di Salerno, il progetto europeo   ROUTE-TO-PA.

Vittorio Scarano al Palazzo dell’Innovazione a Salerno

Il Prof. Vittorio Scarano ha tenuto un intervento divulgativo dal titolo “Le malattie del nostro tempo” sull’uso delle computazioni per comprendere al meglio la nostra realtà attraverso le Simulazioni basate ad Agenti, presentandone alcuni esempi didattici e alcuni reali utilizzi in ambito di supporto alle decisioni. Tra questi, ha presentato anche il lavoro compiuto in ISISLab, con Carmine Spagnuolo e Gennaro Cordasco, sulla versione distribuita D-MASON dell’ambiente di programmazione per sistemi ad agenti.

ISWC – PhD Consortium accettato!

Il PhD consortium di Maria Angela Pellegrino, Methods and Techniques for Data Quality Improvement of (Linked) (Open) Data“, è stato ACCETTATO alla ISWC che si terrà a Auckland dal 26 al 30 ottobre.

Questo PhD consortium ha come obiettivi migliorare la qualità dei dati e evitare il leakage di informazioni sensibili durante la pubblicazione di (linked) open data.

“Premio OpenGov Champion 2019”: Regione Campania finalista

Il progetto “Open Data Campania”  coordinato dal Team regionale Open data  e in collaborazione con i protagonisti della ricerca (REA- Research Executive Agency per Horizon 2020, Università di Salerno, Dipartimento di Informatica, Prof. Vittorio Scarano), con successivi contributi da imprese hi-tech (Gruppo Almaviva) e società specializzate in servizi innovativi per la PA (ForumPA)  è uno dei finalisti per il  premio “OpenGov Champion 2019” per la categoria “Trasparenza e Open data”.

eGOV – Co-creation of Open Data within Large Groups – Articolo accettato!

Il paper “Orchestrated Co-creation of High-Quality Open Data within Large Groups” di Giuseppe Ferretti, Delfina Malandrino, Maria Angela Pellegrino, Andrea Petta, Gianluigi Renzi, Vittorio Scarano e Luigi Serra è stato ACCETTATO alla eGOV che si terrà a San Benedetto del Tronto dal 2 al 5 settembre.

Quando grandi gruppi sono coinvolti nella produzione di Open Data, è necessario orchestrare diversi ruoli per dividere le responsabilità e le attività in modo chiaro e agile. I ruoli integrati in SPOD sono relativi al creator della form che guida l’inserimento dei dati nel data set, il validator che verifica la correttezza semantica dei dati nel data set, il filler che propone i dati da inserire.